Sbocchi professionali

Ingegnere Meccanico con occupazione e specializzazione nell'Industria Alimentare
funzione in un contesto di lavoro:
Le principali funzioni che può svolgere un Ingegnere degli Impianti e delle Macchine dell'Industria Alimentare sono:
- gestione della produzione di alimenti
- progettazione di macchine e impianti dell'industria alimentare
- pianificazione e programmazione della produzione alimentare
- gestione dei sistemi complessi
- project management con riferimento alla gestione delle commesse impiantistiche alimentari
- assistenza alla vendita di complessi impianti alimentari
- progettazione e verifica del packaging alimentare
competenze associate alla funzione:
I possibili sbocchi professionali previsti nei primi anni di impiego nel mondo del lavoro sono:
- responsabile ufficio tecnico di progettazione meccanica per macchine ed impianti dell'industria alimentare;
- progettista meccanico specializzato per l'industria alimentare
- direttore della produzione per aziende del settore agroalimentare;
- responsabile installazione impianti e conduzione progetti per impianti dell'industria alimentare;
- responsabile ufficio commerciale in aziende impiantistiche dell'industria alimentare
- responsabile ricerca e sviluppo per industrie alimentari e impiantistiche alimentari;
- responsabile progettazione packaging per l'industria alimentare;
- libero professionista.
sbocchi professionali:
I Laureati Magistrali in Ingegneria degli Impianti e delle Macchine dell'Industria Alimentare potranno trovare occupazione presso industrie meccaniche ed elettromeccaniche, aziende ed enti per la produzione e la conversione dell’energia, imprese impiantistiche, industrie per l’automazione e la robotica, imprese manifatturiere in generale per la produzione, l’installazione e il collaudo, la manutenzione e la gestione di macchine, linee e reparti di produzione, sistemi complessi.
Abilità Comunicative

Il Laureato Magistrale in Ingegneria degli Impianti e delle Macchine dell'Industria Alimentare deve sapere comunicare efficacemente come responsabile di un progetto o di un gruppo che opera nell'ambito alimentare e di differenti livelli, con capacità di relazionare e confrontarsi in ampi contesti nazionali e internazionali.
L'acquisizione di tali abilità comunicative, viene sviluppata durante il Corso di studio mediante l'esposizione dei risultati ottenuti nei diversi elaborati proposti, nelle attività di laboratorio, nella presentazione dell'attività svolta nel Tirocinio.
La verifica dell'acquisizione delle capacità comunicative, viene effettuata sia durante gli esami, sia nelle prove di idoneità a valle delle attività maggiormente applicative svolte nei laboratori.
La valutazione del lavoro di tesi della laurea magistrale è il momento in cui lo studente si sente particolarmente coinvolto ad esprimere le proprie capacità comunicative, e dove la Commissione degli esami di laurea magistrale ha la possibilità di verificare se tale obiettivo è stato raggiunto.